COCKTAIL AUDIO X10

Un lettore CD, ma anche un piccolo amplificatore: in realtà il Cocktail Audio X10 è soprattutto un sistema multimediale che gestisce e conserva la nostra musica preferita e ce la fa utilizzare in modo semplice e diretto.

Display da 3,5 pollici e slot per il cd. il frontale lineare del Cocktail Audio X10

Display da 3,5 pollici e slot per il cd: il frontale lineare del Cocktail Audio X10

 

Difficile collocare il piccolo Cocktail Audio X10 in una specifica categoria: difficile e riduttivo definirlo come un lettore CD o come un amplificatore o come un lettore di rete. In un box così piccolo sono condensate così tante e diverse funzioni e caratteristiche tecniche che alla fine possiamo utilizzarlo come un vero e proprio sistema stand alone.

Anzi, più di un sistema audio il piccolo Cocktail Audio X10 ha dalla sua funzioni che fanno da punto di contatto tra il mondo dell’audio e quello dell’informatica, dove va a prendere il meglio dei due offrendo funzionalità decisamente spinte.

Possiamo utilizzarlo come meccanica di lettura di CD di derivazione Sony (anche di tipo R/RW e DVD con solo file dati e audio), ma nello stesso piccolo box è integrato un amplificatore da 2×30 watt, così da poterlo collegare direttamente ad un paio di diffusori. Sul frontale troviamo soltanto il display LCD da 3.5 pollici che ci mostra in modo chiaro e lineare le tante informazioni e i set-up disponibili per l’apparecchio, subito sopra lo slot per l’inserimento del disco.

 

La grafica sempre molto chiara sulle funzioni e sulle possibilità di gestione di file e menù

La grafica sempre molto chiara sulle funzioni e sulle possibilità di gestione di file e menù

 

Direttamente dal telecomando possiamo far partire la ricerca per qualsiasi file memorizzato, utilizzando come elementi il titolo, l’artista, l’album, l’anno o il genere, fino a creare delle playlist personalizzate. Premendo, inoltre, l’apposito tasto di ricerca sul telecomando e digitando anche poche lettere, comparirà sul display a colori di Cocktail Audio X10 la lista dei brani corrispondenti alla ricerca. Oltre al suo telecomando in dotazione si possono utilizzare tablet o smartphone con sistema operativo Android o iOS.

Non bisogna inserire a mano questi dati, ma è direttamente la macchina che, se disponibile un collegamento ad internet, andrà a cercare questi tag dal servizio FreeDB e scaricherà in automatico le informazioni abbinandole al file audio corrispondente. Nel caso si utilizzasse il Cocktail Audio X10 dove non è disponibile un collegamento ad internet (una casa di vacanza, una residenza temporanea…) si potrà scaricare il database di questi tag dal CD-ROM fornito nella confezione di vendita.

 

 

Sul pannello superiore i tasti per la gestione della meccanica di lettura dei CD, tutto il resto avviene via telecomando e via interfaccia grafica. Ma oltre alla lettura dei supporti ottici il Cocktail Audio X10 ha dalla sua un altro elemento più innovativo e funzionale: il ripping automatico di questi stessi CD. Ovvero all’inserimento di un disco il sistema provvede a scaricare nella memoria interna questi file audio. Per lo spazio di storage la scelta è lasciata all’acquirente del prodotto: un vano laterale permette di inserire un hard disk SATA da 3.5 pollici con taglio fino a 2 TB.

 

Il vano laterale per l'inserimento dell'hard disk in formato SATA da 3.5 pollici

Il vano laterale per l’inserimento dell’hard disk in formato SATA da 3.5 pollici

 

 

Lavorando sulle impostazioni si può decidere in che formato realizzare questa operazione di ripping automatico: la lista di quelli disponibili conta MP3, FLAC, OGG o WAV (mentre quelli riproducibili sono MP3, FLAC, WAV, WMA, M4A, AAC, AIFF, DXD, Ogg Vorbis, PCM, PLS, M3U). In questo modo possiamo ottimizzare qualità del file e spazio occupato in funzione delle nostre preferenze; inoltre il Cocktail Audio X10 gestisce file audio in alta risoluzione fino a 24bit/192kHz e i file DXD a 24Bit/352KHz (Digital Extreme Definition) attraverso il proprio DAC interno (Cirrus Logic 4353). Altri formati verranno aggiunti attraverso gli aggiornamenti del firmware.

 

[youtube]http://youtu.be/s-sruYO5PPo[/youtube]

La funzione di CD ripping del Cocktail Audio X10

 

 

COLLEGAMENTI

File audio che possono essere ascoltati direttamente dalla macchina (via diffusori collegabili all’amplificatore integrato o via cuffia) oppure possono essere distribuiti sulla rete locale utilizzando la porta Ethernet o, con il modulo opzionale, in modalità Wi-Fi. Una volta in rete l’interazione tra il Cocktail Audio X10 e il nostro computer è a “doppio senso”, ovvero possiamo copiare tra loro i vari file audio memorizzati, così come possiamo attivare la riproduzione in streaming da un server NAS.

 

 

Ancora ampia possibilità di connessioni diverse, offerte da un pannello posteriore ricco di soluzioni. Quindi oltre alla Ethernet appena evidenziata, possiamo contare su una porta USB di tipo B per collegare direttamente un computer; l’ingresso linea mini-jack (per sorgenti audio analogiche); la coppia di connettori a molla per i diffusori; l’uscita linea in formato mini-jack (per collegare il Cocktail Audio X10 ad un ulteriore sistema audio); l’uscita cuffia; l’uscita digitale ottica; le due porte USB 2.0 alle quali collegare USB pen drive e hard disk con ulteriori file audio.

 

Le connessioni del Cocktail Audio X10

Le connessioni del Cocktail Audio X10

 

IN SINTESI

Un prodotto che senza essere innovativo in senso assoluto riesce, però, ad integrare in uno stesso box tante e diverse funzioni che altrimenti dovremmo cercare in diverse soluzioni separate. Il tutto con il doppio vantaggio di dimensioni e prezzo entrambi molto contenuti: 18x 9.8×14.7 centimetri l’ingombro e 349 euro il suo listino.

 

[youtube]http://youtu.be/2kNB0jcBr5U[/youtube]

La presentazione video del Cocktail Audio X10

[youtube]http://youtu.be/NeSTFPKYkcI[/youtube]

Davide di audiocostruzioni.com ci presenta il Cocktail Audio X10 nella sua show room

 

Funzionalità elevate, capacità di interfacciarsi semplicemente con la musica sul classico supporto del CD ma anche con la liquida, il tutto in modo sempre semplice per l’utente anche meno esperto. Solo il colore grigio scuro è l’elemento meno attraente del Cocktail Audio X10, anche se ben ravvivato dall’ampio display LCD sul frontale. In sintesi un prodotto che ha aperto la strada ai sistemi che “fanno tutto” e che, in questo caso, lo fanno anche bene.

 

[youtube]http://youtu.be/yQdOVV6P9Vw[/youtube]

Il database Music DB del Cocktail Audio X10

 

LINK

il sito del distributore italiano di Cocktail Audio X10

la guida su come digitalizzare e copiare i dischi in vinile nel Cocktail Audio X10

la guida su come rippare i CD nel Cocktail Audio X10

la guida su come utilizzare la musica liquida sul Cocktail Audio x1

il listino prezzi ufficiale di Cocktail Audio e accessori

i rivenditori ufficiali del Cocktail Audio X10

il forum ufficiale di Cocktail Audio x10

il centro download ufficiale per l’aggiornamento di software e firmware di Cocktail Audio x10

 

 

 

 

 

Leave a Reply