DEFINITIVE TECHNOLOGY STUDIO MONITOR

Diffusori ingombranti per avere buona musica? Definitve Tecgnology prova a comprimere nella linea Studio Monitor tecnologia, buoni materiali e una progettazione accurata a tutto vantaggio del suono.

 

Diffusori made in USA e pensi subito a prodotti ingombranti, sovradimensionati e per questo sempre più difficili da collocare nelle abitazioni di taglio più ridotto, come lo sono molte. Proprio un produttore americano prova a dare una soluzione importante in questo senso: Definitive Technology e la sua linea Studio Monitor con i tre prodotti 45, 55 e 65 che dietro una semplice progressione numerica nella sigla nascondono diverse caratteristiche tecniche e di utilizzo.

Tre diffusori compatti, da collocare in libreria o su uno stand (disponibile come opzione nello stesso catalogo di Definitive Technology) grazie alle loro dimensioni ridotte: si arriva ad un massimo di 42 centimetri di altezza nel top di gamma Studio Monitor 65. Tutti a due vie, anche se cambia il diametro del woofer utilizzato e il loro numero: uno da 13 centimetri nel 45, uno da 16 nel 55 e due da 13 centimetri nel modello 65.; comune a tutti il tweeter con cupola da 25 mm in alluminio.

 

il tweeter comune ai tre modelli, cupola da 25 mm in alluminio

 

 

TECNICA

Proprio il woofer utilizzato è un piccolo concentrato di tecnologia, dove ogni suo elemento costruttivo è stato progettato ed ottimizzato per la massima qualità sonora. I tecnici di Definitive Tecnology sono partiti dal cestello: hanno scelto di utilizzare l’alluminio invece del più economico acciaio, per rendere tutta la struttura dell’altoparlante più rigida e meno sensibile alle vibrazioni emesse dallo stesso altoparlante. L’alluminio, inoltre, non interferisce con il magnete come invece succede per l’acciaio.

 

lo schema del woofer dei Studio Monitor

 

Lavoro di ottimizzazione anche per quanto riguarda le sospensioni: qui in gomma butilica, invece della più tradizionale ed economica in foam. La gomma butilica è più resistente allo stress elettromeccanico alla quale è sottoposta, in questo modo variano in misura minore le sue caratteristiche tecniche e strutturali al passare del tempo, ovvero l’altoparlante si comporta in maniera ideale, come è stato progettato, più a lungo.

A proposito di sospensione, questi woofer utilizzano una versione che, oltre a quella classica che corre su tutto il perimetro esterno dell’altoparlante, ne prevede anche una seconda più interna che permette movimenti più ampi e decisi dell’altoparlante stesso, pur con maggiore controllo e quindi una distorsione molto più contenuta. Tecnologia esclusiva di Definitive Technology chiamata BDSS Balanced Double Surround System.

Ancora un elemento tecnico che riguarda questi woofer. Al centro del cono è stato installato quello che si chiama “phase plug”, un elemento meccanico che ha il compito di migliorare la riproduzione delle frequenze medie e di ampliarne al massimo l’angolo di emissione: in questo modo il suono dei Studio Monitor è più ampio e coinvolgente.

 

la vista ravvicinata del phase plug al centro del cono

 

I due modelli maggiori, Studio Monitor 55 e 65, presentano un radiatore passivo di forma rettangolare che prende il posto, di fatto, del pannello superiore del diffusore: in questo modo non viene meno la sua funzione di supporto al woofer principale nelle riproduzione delle frequenze più basse ma, allo stesso tempo, non ruba spazio al mobile del diffusore contribuendo, in questo modo, al contenimento delle dimensioni.

 

sul pannello superiore il radiatore passivo

 

 

[youtube]http://youtu.be/Ngj6HCfFnJo[/youtube]

un video di Definitive Technology sul radiatore passivo

 

 

ABBINAMENTI

Partiamo dal dato di sensibilità di questi tre Studio Monitor, tra i 90 e i 92 decibel, che ci permette di abbinarli ad amplificatori di potenza anche non elevata (50/80 watt) per ottenere comunque pressioni sonore importanti, anche in stanza non proprio piccole. Il loro utilizzo è quello della classica configurazione a due canali, in un impianto stereo con amplificatore integrato e lettore cd per una spesa complessiva che rimane tra i 1500 e i 2000 euro; oppure in configurazione multicanale per sistemi Home Theatre.

 

il top di gamma della linea, lo Studio Monitor 65

 

 

In questo caso possiamo pensare di utilizzare i Studio Monitor 65 o i 55 come diffusori principali e i più piccoli Studio Monitor 45 per i canali posteriori. In questa serie Studio Monitor Definitive Technology non ha previsto un canale centrale e un subwoofer specifici, ma l’ampio catalogo (oltre 50 modelli di diffusori importati in Italia!) lascia una certa libertà di scelta per l’abbinamento ideale.

 

I NUMERI

Studio Monitor 65

Due vie, 2 woofer da 13 cm, 1 tweeter da 25 mm, 1 radiatore passivo da 15×30 cm

Risposta in frequenza: 30-30.000 Hz

Impedenza: 8 ohm

Sensibilità: 92 dB

Amplificazione raccomandata: 20-300 watt

Dimensioni: 18x42x38 cm

 

Studio Monitor 55

Due vie, 1 woofer da 16 cm, 1 tweeter da 25 mm, 1 radiatore passivo da 15×30 cm

Risposta in frequenza: 32-30.000 Hz

Impedenza: 8 ohm

Sensibilità: 90 dB

Amplificazione raccomandata: 20-225 watt

Dimensioni: 18x33x31 cm

 

Studio Monitor 45

Due vie, 1 woofer da 13 cm, 1 tweeter da 25 mm

Risposta in frequenza: 35-30.000 Hz

Impedenza: 8 ohm

Sensibilità: 90 dB

Amplificazione raccomandata: 20-150 watt

Dimensioni: 18x28x28 cm

 

 

PREZZI DI LISTINO

Studio Monitor 65: 898 euro la coppia

Studio Monitor 55: 598 euro la coppia

Studio Monitor 45: 398 euro la coppia

 

LINK

Il produttore Definitive Technology

Il distributore italiano ProAudio Italia

Il listino prezzi di Definitive Technology

I contatti per conoscere un rivenditore ufficiale Definitive Technology in Italia

Il manuale della serie Studio Monitor

La scheda tecnica del woofer della serie Studio Monitor

I consigli (in inglese) di Definitive Technology sul rodaggio dei loro diffusori

Definitive Technology su Twitter

Definitive Technology su Facebook

Definitive Technology su YouTube

 

 

 

 

 

Leave a Reply