APTX

AptX, come lo streaming wireless del segnale audio ha ormai raggiunto la qualità della trasmissione tradizionale via cavo.

tecnica_aptx_01

 

AptX (in precedenza si usava scrivere anche Apt-X) è un codec audio progettato e sviluppato da CSR, azienda inglese nata nel 1999 con l’obiettivo di progettare e realizzare strumenti software e hardware per il mondo dell’elettronica di consumo, per il settore audio in prima battuta ma non solo.

Una azienda giovane che ha fatto segnare nel corso della sua esistenza numeri notevoli, da subito rilevanti: sei milioni di sterline di fatturato e 36 dipendenti il primo anno, fino al miliardo di sterline e oltre 2000 dipendenti dello scorso anno. Nel 2010 l’acquisizione del produttore AptX e del suo codec omonimo.

 

tecnica_aptx_02

Nel 2008 CSR ha prodotto il miliardesimo processore della serie BluCore dedicato alla trasmissione Bluetooth

 

Codec audio che ha il compito di ottimizzare la trasmissione del segnale audio in modalità wireless, quella che sta dimostrando grande vitalità in questi ultimi anni, dove i dispositivi mobili crescono rapidamente e con essi la voglia di ognuno di noi di utilizzare la musica memorizzata in essi in modo facile ma soprattutto di buona qualità.

Ma la trasmissione wireless del segnale (audio e video che sia) si scontra con l’esigenza di sfruttare una banda che sia la più ridotta possibile: una banda ampia richiede più grandi risorse in termini di emissione e ricezione dei dispositivi coinvolti e quindi un uso delle batterie molto elevate. Riducendo la banda si riducono, quindi, anche questi consumi e di conseguenza l’autonomia.

Le aziende coinvolte, CSR in prima linea, stanno studiando proprio come avere una banda più ridotta possibile combinata ad una qualità dell’audio che sia più vicina a quanto si può fare con un collegamento via cavo. Il “trucco” è la compressione di questo segnale, compressione che deve essere però il più possibile senza perdita: è qui che CSR e il suo AptX stanno cercando di ottenere i massimi risultati.

 

 

tecnica_aptx_03

La forza di CSR è anche quella di produrre contemporaneamente hardware e software

 

AptX per tutti

In realtà CSR di AptX ne ha studiati diversi tipi per diverse applicazioni, ognuna con caratteristiche ben precise per adattarsi alle varie esigenze.

AptX: particolarmente adatto alla trasmissione audio via Bluetooth, con due canali stereo e una qualità pari a quella del CD. Infatti i dati dichiarati da CSR per AptX dicono che la risposta in frequenza è pari a 10-22.000 Hz, con formato audio di 16bit/44.1kHz, rapporto di compressione 4:1. L’AptX è utilizzato soprattutto per la trasmissione audio di cuffie, car audio, diffusori e dispositivi mobili.

AptX Low Latency: specifico per utilizzi audio-video, dove è importante tenere sempre ben sincronizzati l’audio e le immagini. Per soddisfare questa esigenza AptX Low Latency dichiara un tempo di latenza (la differenza tra invio e ricezione del segnale) pari a 32 millisecondi, ben inferiore ai 150 millisecondi che è il dato ordinario del Bluetooth. Si applica i modo particolare al gaming e ai dispositivi audio-video.

AptX Live: l’applicazione di AptX più indirizzata al mondo del professionale. Una trasmissione robusta ed in grado di essere modificata in base alle esigenza delle diverse situazioni per gestire microfoni, auricolari, sistemi di conferenza, audio per trasmissioni broadcast, multiplayer online gaming. Può gestire segnali audio fino a 24bit/48kHz, con un livello di compressione variabile da 8:1 a 12:1 in modalità multicanale o mono.

AptX Enhanced: la soluzione AptX molto apprezzata nel mondo delle trasmissioni radio e dei contenuti multimediali su IP, ma anche per il multicanale wirless e per l’home theatre senza fili. Rapporto di compressione 4:1, audio fino a 24bit/48kHz.

 

tecnica_aptx_04

 

 

 

 

 

 

 

 

 

altre notizie sullo stesso argomento
2 Responses
Leave a Reply