SPECIALE SOUNDBAR

Soundbar: come, quando e perché un solo diffusore (scelto con le giuste caratteristiche) è la giusta soluzione per un buon audio dal televisore.

 

[box type=”alert” border=”full”]IMPORTANTE  abbiamo aggiornato le informazioni sulle soundbar, puoi trovare tutte le novità e le migliori sondbar e soundbase del 2104  in questo post[/box]

 

 

 

soundbar

 

Soundbar, una tipologia di prodotti che fino a poco tempo fa non esisteva, velocemente sviluppato in tempi rapidissimi. Motivo? Sostanzialmente è…colpa dei televisori sempre più sottili. Quando sono iniziate a ridurre le dimensioni della profondità dei nuovi televisori con esse si sono altrettanto ridotte quelle degli altoparlanti integrati.

Addirittura alcuni produttori collocano questi altoparlanti nella parte posteriore dei televisori, con ulteriore degrado dell’audio. Siamo arrivati al paradosso di avere televisori di alta qualità, sempre più spesso in Full HD, con la sezione audio sempre più simile alle radioline di mezzo secolo fa!

Di fronte a questo problema le aziende produttrici, in qualche caso le stesse che realizzano i televisori, sono corse al riparo proprio con le soundbar. Di fatto dei diffusori, quasi sempre amplificati, che replicano il segnale audio della trasmissione televisiva con qualità decisamente migliore. Un settore con prodotti dalle caratteristiche che possono essere anche molto diverse da modello a modello, da linea a linea.

 

soundbar_35

 

Tutto questo ci lascia un attimo perplessi nella fase della scelta, ma allo stesso tempo è una sicurezza per chi vuole acquistare il prodotto giusto per le proprie esigenze. La prima domanda che molti si pongono davanti ad una soundbar è se questa, oltre a diventare l’audio migliore del nostro televisore, può sostituire il classico sistema home theatre multicanale. In linea di massima, no!

La spazialità, la dinamica e l’impatto sonoro di un buon impianto HT non può essere paragonato ad una soundbar, anche se di qualità elevata. Alcune di queste sono costruite con elementi tecnici (DSP, elaboratori di campo sonoro simulato) per simulare un sistema multicanale, con diversi altoparlanti e relativi amplificatori che hanno l’obiettivo di produrre un fronte sonoro ampio e che possa circondare l’ascoltatore.

 

soundbar

Yamaha è stata tra le prime aziende ad sviluppare campi sonori simulati in ambito home theatre e a riversare queste tecnologie nelle soundbar e simili

 

In genere questa soluzione ha il limite di soffrire abbastanza l’acustica e la struttura della stanza di ascolto: un salotto dalle forme regolari, con arredamento e una forma che siano il più speculare possibile di fronte al punto di emissione della soundbar in questione sono di grande aiuto. Nel caso di stanze dove la soundbar non è proprio al centro della parete, con un arredamento acusticamente assorbente (divani, tende, tappeti…) da una parte e riflettente (vetri e mobili lucidi) dall’altra i risultati possono essere, invece, abbastanza deludenti o comunque variabili da caso a caso.

Diversa la situazione dove, invece, la soundbar in questione non prova a sostituire un sistema HT e non prevede un sistema di elaborazione attiva del campo sonoro ma è semplicemente un diffusore (e relativo amplificatore) per ascoltare semplicemente l’audio del televisore in maniera decisamente meglio dell’originale.

Un’altra discriminante nella scelta della soundbar è quella della presenza o meno di un subwoofer separato. Anche se il numero, le dimensioni e le caratteristiche tecniche degli altoparlanti presenti in molte delle più moderne soundbar assicurano prestazioni sicuramente migliori rispetto a quelle del solo televisore, la gamma bassa ha inevitabilmente bisogno di un subwoofer per assicurare prestazioni coinvolgenti.

Alcune tra le più recenti soundbar integrano una sezione dedicata proprio alla gamma più bassa, senza obbligare all’acquisto di un altoparlante ulteriore e con esso lo spazio occupato. Un elemento determinante negli ambienti più piccoli. Diciamo che in teoria più grande è un altoparlante, più potente e profonda è la gamma bassa che riesce a riprodurre, fatto salvo circuiti di equalizzazione e correzione della risposta in frequenza.

Proviamo a tirare delle conclusioni che, però proprio per l’ampia disponibilità di soundbar e con esse le specifiche tecnologie, non possono che essere generiche per cui ognuno troverà il prodotto per ogni personale esigenza.

 

soundbar_30

 

Una soundbar può sostituire un impianto home theatre? Se cercate le emozioni e il coinvolgimento che un buon sistema multicanale può dare la risposta è abbastanza sul NO. Nel caso di soundbar con sistema attivo di elaborazione del campo sonoro la risposta è, come detto, fortemente legata all’ambiente di ascolto per cui siamo nel campo del DIPENDE. Se, invece, l’obiettivo è quello di migliorare drasticamente l’audio in generale pessimo dei televisori piatti la risposta è un secco e netto SI!

Che cosa cercare nella soundbar ideale da collocare in salotto? In prima battuta va verificato un elemento che può sembrare superfluo, secondario, quasi inutile e che invece è determinate: le dimensioni. Alcune di queste soundbar sono espressamente dedicate a TV che hanno dimensioni minime e massime da rispettare. In genere queste hanno anche un peso massimo che possono sopportare, nel caso il TV vada collocato direttamene sopra.

Un altro elemento fondamentale è la quantità e tipologia degli ingressi presenti in una soundbar: bisogna essere sicuri che il TV e tutti gli altri componenti che ad essa vogliamo collegare abbiano delle uscite compatibili con gli ingressi a disposizione. Alcune di queste soundbar sono dei veri e propri hub musicali, verso le quali far convergere l’audio non solo del TV ma anche di diversi dispositivi multimediali: un parco connessioni ampio e completo è ancora più importante in questi casi. In prodotti più moderni è possibile trovare tra i collegamenti anche uno di tipo wireless, spesso Bluetooth.

 

soundbar_20

 

Tre delle più comuni connessioni possibili tra TV e soundbar, dall’alto: ingresso digitale ottico, ingresso mini-jack, ingresso linea RCA

 

Alcuni modelli sono disponibili in versione singola o in abbinamento ad un subwoofer dedicato: magari è bene decidere da subito se acquistare la versione base o, spazio permettendo, quella superiore. Anche alcune soundbar che non prevedono espressamente un subwoofer dedicato possono essere comunque upgradate: in questo caso è importante verificare la presenza di una uscita pre-out. Iniziano ad essere sempre più numerose soluzioni di soundbar che si collegano ad un subwoofer esterno in modalità wireless.

 

Qui di seguito alcuni modelli che sono una buona rappresentanza di quanto ci offre il mercato al momento.

 

B&W PANORAMA 2

Elegante e ben costruita, come da buona tradizione di Bowers & Wilikins, Panorama arriva alla seconda versione con diversi miglioramenti a cominciare dagli altoparlanti utilizzati. Telaio in alluminio dalla forma arcuata che risponde ad esigenze di design ma, soprattutto, tecniche. Infatti le parti laterali inclinate ospitano degli altoparlanti da 75 mm (due per lato) che hanno l’obiettivo di ampliare il fronte sonoro emesso.

 

soundbar

 

Nella parte centrale di Panorama 2, quindi proprio di fronte all’ascoltatore, troviamo un tweeter con cupola in alluminio a tecnologia Nautilus da 25 mm, due midrange in fibra di vetro da 75 mm e due woofer in kevlar da 90 mm. Questi altoparlanti sono alimentati da sei amplificatori in classe D per un totale di 175 watt, con il supporto di un DSP che ha il compito di ottimizzare l’equilibrio dell’emissione in funzione dell’ambiente di ascolto, anche in locali di elevata metratura. Decodifica segnali Dolby Digital, Dolby PLII, DTS.

 

soundbar

 

Ingressi: 3 HDMI di cui uno con ritorno canale audio ARC, 1 analogico/digitale ottico con mini-jack da 3.5 mm, 1 connettore di servizio RS-232 con mini jack 3,5 mm

Uscita: subwoofer RCA, livello 1 Vrms, frequenza: 12 – 150 Hz

Dimensioni: (axlxp) 125x1100x181 mm

Prezzo: 2.000 euro

Distributore: Audiogamma

 

 

DEFINITIVE TECHNOLOGY MYTHOS SSA50

E’ la soundbar top di gamma per Definitive Technology che in catalogo ha una ricca offerta di questi prodotti, oltre a questa Mythos SSA50. Soundbar di tipo passivo, ovvero non ha una sezione di potenza interna ma va collegata ad un amplificatore multicanale.

 

soundbar

 

Con i suoi 11 altoparlanti la Mythos SSA50 combina in un solo diffusore una configurazione a 5 canali: tre speaker a due vie con midwoofer da 110 mm e tweeter da 25 mm in alluminio, due speaker a gamma intera da 110 mm e quattro speaker a gamma intera da 83 mm per i canali surround.

Ingressi: cinque coppie da collegare ad un amplificatore multicanale

Dimensioni: (lxaxp) 117x14x10 cm

soundbar

 

Prezzo: 1.099 euro

Distributore: Pro Audio Italia

 

 

JBL SB 400

Soundbar con subwoofer integrato con collegamento wireless per JBL con il suo sistema SB 400: la soluzione che porta al minimo i cavi in giro per la stanza. Soundbar dallo spessore ridotto, anche se a bordo abbiamo quattro midwoofer da 57 mm e due tweeter da 25 mm con sezione di potenza da 2×60 watt.

 

JBL SB 400

 

Per il subwoofer un unico grande altoparlante da 200 mm in bass reflex con amplificatore dedicato da 100 watt. Ingressi analogici e digitali, ingressi HDMI e connettività Bluetooth per inviare file audio in streaming anche da computer, tablet e smartphone. Decodifica Dolby Digital.

Dimensioni: soundbar (axlxp) 95x1100x64 mm – subwoofer (axlxp) 355x329x320 mm

Prezzo: 553 euro

Distributore: Kenwood Italia

 

 

JBL SB 100

Soundbar di tipo plug-and-play la SB 100 di JBL: semplice da collegare al televisore, semplice da gestire. Ingresso audio sia analogico che digitale ottico per essere compatibile con il maggior numero di televisori in commercio. Per le sue dimensioni è ideale per televisori fino a 32 pollici.

 

JBL SB 100

 

Due canali, dove ognuno di essi conta un midwoofer da 77 mm e un tweeter da 38 mm, con una sezione di potenza da 2×30 watt. E’ presente una uscita per subwoofer nel caso se ne voglia aggiungere uno anche in un secondo momento. Bass boost e equalizzatore a due posizioni.

Dimensioni: (axlxp) 108x810x92 mm

Prezzo: 200 euro

Distributore: Kenwood Italia

 

 

LG LAP340

Tra le soundbar più sottili del momento, con appena 35 mm di altezza, la LAP340 di LG non rinuncia però ad una dotazione di altoparlanti che conta addirittura una coppia di subwoofer integrati!

Quattro altoparlanti ellittici a larga banda sul frontale (25×75 mm) e due subwoofer (110 mm) che emettono verso il basso collocati sul pannello inferiore. Altoparlanti ai queli è dedicato un amplificatore (integrato nel piccolo chassis della soundbar) da 80 watt.

 

LG LAP340

 

Connessione ottico digitale (con pregiato convertitore Sabre) via cavo, Bluetooth per qualsiasi sorgente audio compatibile; inoltre per alcuni televisori LG è disponibile il collegamento wireless proprietario LG Sound Sync. Ideale da abbinare a TV tra 32 e 55 pollici. Doppi amodalità di ascolto: per i normali programmi televisivi o per i film. Compatibile con Dolby Digital e DTS.

Dimensioni: (lxaxp) 700x35x320 mm

 

LG LAP340

 

In trasparenza gli altoparlanti a bordo dell’LG LAP340

 

Prezzo: 399 euro

Distributore: LG Italia

 

 

JAMO TORSTEN

Sistema con soundbar e subwoofer separato il Torsten di Jamo, con l’obiettivo di una gamma bassa potente e profonda. Una esigenza che deriva dalla possibilità di utilizzare il Torsen anche come sistema audio universale e non legato alla sola TV: in questo senso spicca la connessione Bluetooth con supporto aptX, per l’audio wireless di alta qualità, che si aggiunge all’ingresso digitale e analogico.

 

JAMO TORSTEN

 

A bordo della soundbar quattro midwoofer da 75 mm e due tweeter da 20 mm; per il subwoofer l’altoparlante è da 250 mm; la sezione di potenza integrata conta 250 watt. Il subwoofer è collegato via wireless all’unità centrale: un cavo in meno!

Dimensioni: soundbar (axlxp) 112x1075x75 mm – subwoofer (axlxp) 325x225x400 mm

JAMO TORSTEN

 

Prezzo: 899 euro

Distributore: HiFight

 

 

YAMAHA YAS-101

Lunga e profonda l’esperienza di Yamaha in soundbar e simili: tra le tante proposte del loro catalogo scegliamo il modello YAS-101. La struttura del prodotto conta due altoparlanti da 65 mm a gamma intera e due da 75 mm per la gamma bassa, un vero e proprio subwoofer integrato, il tutto amplificato con 120 watt.

YAMAHA YAS-101

 

Con la tecnologia Air Surround Extreme la YAS-101 prova a ricreare un campo sono multicanale, con effetto di “circondamento” dell’ascoltatore. Due ingressi digitali ottico, un digitale coassiale, una uscita per collegare un subwoofer esterno. Compatibilità con Dolby Digital, Pro Logic e DTS.

Dimensioni: (lxaxp) 890x107x121 mm

 

YAMAHA YAS-101

 

Prezzo: 251 euro

Distributore: Yamaha Italia

 

 

SONY HT-ST3

Sottile, al limite inferiore della categoria con i suoi 40 mm appena di altezza che non impediscono però alla Sony HTST3 di utilizzare ben nove altoparlanti, con due woofer e un tweeter rispettivamente per canale centrale e i due frontali. Altri due arrivano dal subwoofer separato (due ellittici da 100×150 mm), il tutto viene alimentato da una sezione di potenza di tipo S-Master da 30 watt per i canali frontali, 50 watt per il canale centrale e 150 watt per il subwoofer con controllo via DSP.

 

SONY HT-ST3

 

Tre ingressi e una uscita in formato HDMI, così da diventare un vero e proprio music center. Da sottolineare la connettività di tipo Bluetooth e NFC. Formati audio supportati: DTS HD, Dolby TrueHD, LPCM, Dolby Digital/DTS, DTS 96/24, Dolby Dual mono, 96kHz/24-bit PCM. Uscita video a 1080p con supporto pass-through 4K.

Dimensioni: soundbar (lxaxp) 900x40x32 mm – subwoofer (lxaxp) 430x135x360 mm

 

SONY HT-ST3

 

Prezzo: 699 euro

Distributore: Sony Italia

 

 

SONY HT-ST7

Sistema ad alte prestazioni, anche se il fattore forma rimane quello della soundbar con subwoofer separato. La HT-S7 di Sony promette una potenza totale di 450 watt, con una gamma bassa potente e profonda che arriva dalla combinazione di un altoparlante attivo da 180 mm e un radiatore passivo da 200×300 mm.

 

SONY HT-ST7

 

Per la soundbar sono stati utilizzati nove altoparlanti, di cui due tweeter da 20 mm e sette midwoofer da 65 mm con cono in fibra di vetro. Tre ingressi e una uscita in formato HDMI, una coppia di ingressi digitali ottico, oltre alla compatibilità Bluetooth e NFC sono l’ampia disponibilità di connessioni della HT-S7. Formati audio supportati: DTS HD, Dolby TrueHD, LPCM, Dolby Digital/DTS, DTS 96/24, Dolby Dual mono, 96kHz/24-bit PCM. Uscita video a 1080p con supporto pass-through 4K.

Dimensioni: soundbar (lxaxp) 1080x109x110 mm – subwoofer (lxaxp) 241x391x411 mm

Prezzo: 799 euro

Distributore: Sony Italia

 

 

ONKYO LS-T10

In cambio di qualche centimetro in più in altezza la soundbar LS-T10 di Onkyo riesce a fare a meno del subwoofer esterno integrando un altoparlante separato per la gamma bassa direttamene nella sua struttura. Contiamo, quindi, il woofer da 120 mm che emette verso il basso e sei speaker a gamma intera da 70 mm (quattro sul pannello frontale e uno per ogni pannello laterale.

 

soundbar_15

 

Ognuno di questi altoparlanti ha un proprio amplificatore dedicato, con il supporto di un DSP che utilizza la funzione AuraSphere per ampliare il fronte sonoro riprodotto. Connessioni cablate di tipo analogico e digitale (ottico e coassiale), un ingresso mini-jack 3.5 mm per collegare lettori audio, porta USB per utilizzare pen-drive con file audio. Compatibile con Dolby Digital.

Dimensioni: (lxaxp) 700x105x350 mm

 

ONKYO LS-T10

 

Prezzo: 399 euro

Distributore: Tecnofuturo

 

 

PANASONIC SC-HTE80

Piccola ma completa: questa la presentazione in estrema sintesi che Panasonic fa della sua soundbar SC-HTE80. Un sistema a singolo telaio, senza il subwoofer esterno, che ottimizza proprio la gamma bassa con diverse soluzioni, in modo particolare la struttura particolare del box di carico e del condotto reflex (Aero Stream Port) e l’equalizzazione attiva (H Bass).

 

PANASONIC SC-HTE80

 

Il tutto con il supporto di una buona sezione di potenza che assegna 60 watt alla gamma bassa (due speaker da 80 mm) e altri 60 alla gamma medioalta (due fullrange ellittici da 38×90 mm). Ingressi HDMI, digitale ottico, analogico RCA; Bluetooth e NFC in modalità wireless. Utilizzando un televisore Panasonic della serie Viea si può utilizzare il telecomando di questo per regolare anche le funzioni della soundbar SC-HTE80.

Dimensioni: (lxaxp) 460x60x280 mm

 

PANASONIC SC-HTE80

 

Prezzo: 299 euro

Distributore: Panasonic Italia

 

 

PANASONIC SC-HTB170

Una sottile soundbar elegante, dal telaio con tanti microfori che ricoprono una metà della superficie a lasciare intendere la presenza di altoparlanti. La carta in più della Panasonic SC-HTB170 rispetto alla concorrenza è la possibilità di inclinazioni su quattro posizioni che vanno da 0 a 90 gradi: in questo modo si ottimizza la sua posizione in relazione all’installazione, se più o meno vicina al televisore.

 

PANASONIC SC-HTB170

 

Un sistema di rilevamento automatico della posizione provvederà a variare l’angolo di emissione sonora per le diverse situazioni. A bordo una coppia di woofer da 80 mm si occupano della gamma bassa, mentre ad un fullrange da 57 mm è affidato il resto, con il supporto di una sezione di potenza da 120 watt totali.

Ingressi HDMI, digitale ottico; Bluetooth in modalità wireless. Utilizzando un televisore Panasonic della serie Viera si può utilizzare il telecomando di questo per regolare anche le funzioni della soundbar SC-HTB170. Compatibile con audio Dolby Digital e DTS.

Dimensioni: (lxaxp) 460x60x280 mm

 

PANASONIC SC-HTB170

 

Prezzo: 229 euro

Distributore: Panasonic Italia

 

 

PHILIPS HTL9100

Un motivo stilistico molto indovinato, quello del profilo a “goccia” della HTL9100 di Philips anche se la grande novità di questa soundbar è ancora un altro elemento. In evidenza la possibilità di staccare le due estremità di questa soundbar che diventano, a tutti gli effetti, piccoli diffusori surround wireless.

Possiamo, quindi, collocarli in ambiente alle nostre spalle come vuole l’impianto home theatre ideale oppure, se lo spazio non ce lo permette, lasciarli agganciati alla loro base. In tutti i casi il sensore di orientamento integrato provvederà ad ottimizzare l’emissione a seconda della collocazione.

 

PHILIPS HTL9100

 

Nella soundbar troviamo un doppio sistema a due vie con midwoofer da 62 mm e tweeter da 20 mm, mentre nella sezione surround separabile un fullrange da 62 mm; per il subwoofer (di tipo wireless) è stato utilizzato un altoparlante da 165 mm; il tutto ha una sezione di potenza di 210 watt.

Connessioni: ingresso mini-jack da 3.5 mm, coassiale digitale, ottico digitale, ingresso aux, uscita HDMI, Bluetooth, ingresso EasyLink con Audio Return Channel.

Dimensioni: soundbar (lxaxp) 1035x70x156 mm – subwoofer (lxaxp) 200x510x200 mm

 

PHILIPS HTL9100

 

 Prezzo: 806 euro

Distributore: Philips Italia

 

 

PIONEER SBX-N700

Dimensioni e forme sono quelle di una tipica soundbar, in realtà la Pioneer SBX-N700 è un vero e proprio sistema multimediale compatto, in grado di gestire diversi formati audio e video. Riceve streaming Bluetooth; si inserisce in un sistema Wi-Fi con supporto Wi-Fi Direct e DLNA; utilizza il protocollo Miracast così da portare sul TV collegato i contenuti di smartphone, tablet e computer compatibili; sono disponibili app dedicate per iOS e Android per la gestione delle sue funzioni da smartphone e tablet.

 

PIONEER SBX-N700

 

Dotazione altoparlanti: per l’unità principale due full-range da 66 m e due woofer da 77 mm; per il subwoofer un woofer da 165 mm; 220 watt in totale suddivisi tra soundbare e subwoofer. Ingressi: USB, mini-jack da 3.5 mm, HDMI ARC, LAN, due digitali ottici.

Dimensioni: soundbar (lxaxp) 900x86x121 mm – subwoofer (lxaxp) 200x415x271 mm

 

PIONEER SBX-N700

 

Prezzo: 449 euro

Distributore: Pioneer Italia

 

 

SAMSUNG HW-F750

Antico e moderno condensati nello stesso prodotto. É quanto prova a fare Samsung con la sua soundbar HW-F750 che combina una coppia di valvole nella sezione di preamplificazione con le funzioni multimediali di cui è capace. In evidenza un sensore integrato che ottimizza l’emissione audio a seconda se la soundbar è installata orizzontale o verticale.

 

SAMSUNG HW-F750

 

Ad alcuni televisori Samsung (3D serie E, serie F o superiore) la HW-F750 può essere collegata via Bluetooth, così come utilizzando lo stesso Bluetooth possiamo inviare ad essa streaming audio da smartphone e tablet. Ingresso e uscita HDMI, ingresso analogico mini-jack e digitale ottico, porta USB sul frontale. Compatibile con AAC, MP3, WAV, WMA, OGG e Flac. Potenza totale 310 watt.

Dimensioni: soundbar (lxaxp) 943x57x120 mm – subwoofer (lxaxp) 291x369x291 mm

 

SAMSUNG HW-F750

 

Prezzo: 749 euro

Distributore: Samsung Italia

 

 

BOSE SOLO TV

Una soundbar da collocare sotto il televisore la Solo Tv di Bose e a questo va collegato con un solo cavo che, per continuare a semplificare ancora le cose, è già fornito nell’imballo del Solo TV. Anzi, Bose ce ne fornisce tre, da utilizzare in base all’uscita del nostro televisore: un digitale ottico, un digitale coassiale e un cavo stereo analogico.

 

BOSE SOLO TV

 

Dietro la griglia anteriore del Solo TV si intuisce il profilo dei quattro altoparlanti a gamma intera pilotati da una sezione di potenza, integrata nel box, con tanto di equalizzazione digitale: piccoli altoparlanti che vengono amplificati in modo da farli sembrare “più grandi”, con un suono ben più corposo se confrontato alle loro piccole dimensioni che, nel caso dei Solo TV, sono di circa 50 mm di diametro.

Dimensioni: (lxaxp) 525x70x309 mm

 

BOSE SOLO TV

 

Prezzo: 399 euro

Distributore: Bose Italia

 

 

TRUST HORIZON SOUND BAR

Tra le soundbar più economiche del mercato, la piccola Horizon Sound Bar di Trust. Dimensioni compatte da poterla utilizzare anche come speaker per un computer, del resto Trust è un marchio attivo soprattutto nell’informatica. Dotazione di ingressi essenziale, con il solo input analogico in formato mini-jack da 3.5 mm mentre l’USB va utilizzato solo per l’alimentazione.

 

TRUST HORIZON SOUND BAR

 

Comandi per il volume di tipo touch, collocati sul pannello laterale del diffusore. Quattro altoparlanti alimentati da un amplificatore da 10 watt totali.

Dimensioni: (axlxp) 60x410x73 mm

Prezzo: 35 euro

Distributore: Trust

 

 

 

 

 

 

 

One Response
Leave a Reply