USB ASINCRONA

USB asincrona, quella che al momento sembra la migliore modalità di trasmissione di segnale audio digitale: scopriamone i segreti.

 

usb asincrona

 

 

Configurazione tipica di un sistema audio digitale: un trasmettitore e un ricevitore, solitamente una sorgente e il relativo DAC. Dalla prima arriva il segnale audio, il secondo provvede e trasformarlo da digitale ad analogico, così da poterlo utilizzare con i componenti tradizionali dell’impianto che operano, appunto, in analogico: amplificatore, diffusori, cuffie, registratori…

Trasmissione del segnale che ormai ha trovato un suo standard nell’USB, anzi nell’USB 2.0 o High Speed, quello che migliora in modo netto le prestazioni dell’USB 1.0: dove questo limita la banda passante ad una frequenza di 96 kHz ovvero un flusso di dati pari a12 Mbit/s, la versione 2.0 arriva a 480 Mbit/s per una frequenza di 384 kHz che ben si adatta alle elevate risoluzioni dell’audio HD.

L’utilizzo di componenti informatici (quali computer, hard disk, media player e NAS) per la gestione della musica ha accelerato l’adozione dell’USB come standard per la trasmissione dei dati tra queste sorgenti e il convertitore a valle.

 

usb asincrona

 

Nella fase di trasmissione è fondamentale che il trasmettitore e il ricevitore (la sorgente audio e il convertitore) possano “dialogare” con un certo ritmo che possa essere il più costante e fluido. Inoltre questa trasmissione di segnale deve avvenire alla stessa velocità in cui il segnale è stato registrato e senza intoppi (pur misurabili in frazioni di secondo) pena un degrado della qualità audio generale e la presenza avvertibile all’ascolto di disturbi vari.

Nei convertitori che utilizzano la metodologia sincrona, questa trasmissione di dati avviene alla velocità stabilita dalla sorgente (il computer) secondo quello che tecnicamente si chiama il suo clock, dove il convertitore non fa altro che ricevere passivamente il segnale, ovvero è sincronizzato rispetto alla sorgente. In questo caso il computer è il master e il convertitore è lo slave. Una trasmissione dati che di regola non è precisa al massimo, almeno non lo è nei tempi e nei modi della trasmissione ideale.

 

 

usb asincrona

 

 

Quando avviene ciò si definisce tutto questo come “jitter”, ovvero dei microsfasamenti dalla frequenza di campionamento ideale, con microscopici spostamenti temporali dal segnale “perfetto”. Il risultato è un suono per nulla ad alta fedeltà, con perdita di qualità e con dei veri e propri rumori che vengono avvertiti all’ascolto.

In questo senso è stata sviluppata la metodologia dell’USB asincrona dove il clock di tutto il sistema (ovvero il dispositivo che “detta i tempi di trasmissione”) è spostato all’interno del convertitore e da qui provvede ad inviare un feedback nei confronti del computer (o della sorgente audio digitale in generale) indicando ad esso la quantità di dati che può inviare e che il convertitore stesso è pronto a gestire. In questo caso la situazione, rispetto alla trasmissione sincrona, si ribalta ed è il convertitore a fare da master mentre il computer da slave.

 

usb asincrona

Il parco connessioni di un moderno ed avanzato DAC con la porta USB asincrona

 

 

Un flusso asincrono quindi, dove la trasmissione dei dati è stabilita dalla qualità dei circuiti del convertitore e della sua capacità di gestire grandi quantità di segnale. In linea di massima i convertitori più recenti hanno circuiti più performanti e sempre più raffinati e specializzati di quelli dei computer, in modo specifico quelli con USB asincrona. Aziende specializzate in microchip stanno sviluppando intere generazioni di controller dedicati in modo particolare alla gestione dello streaming del segnale su USB, così da massimizzarne le prestazioni: XMos e Tenor solo due dei diversi nomi del settore.

La presenza di una connessione USB di tipo asincrona su un convertitore però non è l’assicurazione delle sue prestazioni assolutamente positive: come ogni altro componente dell’impianto anche questo ha dei punti di forza e di debolezza a prescindere dalla tecnologia utilizzata.

 

 

Abbiamo già pubblicato su USB asincrona:

Yamaha CD-N500

Sony musica in alta risoluzione

Asus Xonar Essence STU

Teac A-H01

Arcam irDAC

 

Hai altre informazioni da chiedere su questo argomento? Contatta la redazione, ti risponderemo velocemente

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Prodotto per cui richiedi info (richiesto)

Il tuo messaggio

 

 

 

 

 

 

 

altre notizie sullo stesso argomento
2 Responses
Leave a Reply