ASUS ESSENCE ONE MK2

Asus Essence One MK2, amplificatore per cuffia e DAC che possiamo utilizzare su più livelli: adatto al primo impianto così come per sistemi più complessi e alla ricerca delle massime prestazioni.

 

provato-150 test

 

 

Asus Essence One MK2

 

Grazie ad un prezzo di acquisto non eccessivo l’Asus Essence One MK2 è un prodotto che può far parte facilmente di un primo impianto e, allo stesso tempo, di un sistema di livello ben più elevato. Il segreto è la sua modularità che ci permette un utilizzo efficace già appena tirato fuori dalla scatola, ma anche un affinamento delle sue prestazioni se siamo in grado di fare un minimo di intervento migliorativo delle sue funzioni e caratteristiche tecniche. Intervento comunque ancora alla portata di molti: basta semplicemente una…pinza.

Come anche altre macchine simili di Ausus anche l’Essence One MK2 utilizza degli amplificatori operazionali (op-amp) sostituibili. Si tratta di piccoli transistor, collocati in alcuni punti del circuito elettrico dell’apparecchio, che intervengono in modo attivo sulle caratteristiche tecniche.

Il plus di questa macchina è che questi amplificatori operazionali sono bene indicati e possono essere cambiati facilmente, visto che non sono saldati sul circuito ma incastrati su una basetta e rimovibili con una piccola pinza dedicata e fornita con l’apparecchio.

 

Asus Essence One MK2

 evidenziati in azzurro gli 11 amplificatori operazionali che possono essere facilmente sostituiti (con una piccola pinza in dotazione) per modificare ed affinare le caratteristiche tecniche e le prestazioni di tutta la macchina

 

Ma perché cambiarli? Di fatto questi amplificatori operazionali incidono con le loro caratteristiche sul risultato sonoro di tutte le macchine che li utilizzano e quindi anche dell’Essence One MK2, per cui cambiandoli si va a modificare il risultato sonoro finale. La stessa Asus fornisce una tabella dove sono elencati gli amplificatori operazionali installati di serie e quelli utilizzabili in alternativa, dove per ognuno di questi cambi è indicato anche il risultato che si ottiene.

Chi ha esperienza maggiore in questo senso può provare soluzioni anche fuori dalla tabella fornita, ma anche chi è alle prime armi potrà fare questa operazione in modo semplice e verificare di persona il risultato raggiunto: il costo di questi amplificatori operazionali in genere è molto contenuto per cui può essere divertente provare le diverse combinazioni per ottenere un sound specifico per i propri gusti ed esigenze. L’Essence One MK2 dispone di cinque di questi punti di intervento, per un totale di undici op-amp sostituibili.

Molto schematicamente possiamo dire che quattro di questi intervengono direttamente su tutte le uscite, andando a modificare la tensione di lavoro della sezione DAC; due intervengono sul filtro passa basso e da questo sulle uscite audio; uno di questi interviene sull’uscita RCA; due intervengono sull’uscita XLR; due intervengono sull’uscita dedicata alla cuffia.

Un approfondimento tecnico è presente all’interno del manuale d’uso dell’apparecchio, con evidenziate le sigle degli op-amp consigliati e il loro effetto sulle caratteristiche sonore.

scarica il manuale d’uso dell’Asus Essence One MK2 e la tabella degli amplificatori operazionali sostituibili

 

 

FUNZIONI
Quello degli amplificatori per cuffia/DAC è un settore molto vivo e dinamico, cresciuto sotto la spinta della musica che utilizza il computer come sorgente audio. Asus, da azienda ben presente proprio nel settore dei computer, ha realizzato la linea di prodotti proprio destinata a fare da link con il mondo dell’audio vero e proprio. Anche le dimensioni dell’Essence One MK2 sono perfette per un suo utilizzo sulla scrivania, proprio accanto al computer.

In questa situazione possiamo attingere alla libreria musicale di questo e allo stesso tempo utilizzare l’uscita cuffia: in questo modo possiamo realizzare uno dei tanti possibili impianti che possiamo costruire con un Asus Essence One MK2 come base.

Le connessioni (in ingresso e in uscita) di questo apparecchio sono così diversificate e con caratteristiche tecniche di livello così alto che grazie ad esso possiamo realizzare impianti di diverso tipo e livello. In questo aiutano i tre ingressi digitali, un ottico e un coassiale, che accettano audio PCM a 24bit/192kHz, mentre l’USB di tipo asincrona ci permette di gestire in aggiunta anche file audio in formato DSD a 2.8MHz, un dato che è 64 volte superiore a quello del classico CD.

Un tasto sul frontale dell’apparecchio ci permette di fare un’azione di upsampling del segnale in ingresso. In pratica si va a fare quello che tecnicamente si chiama sovracampionamento, ovvero una moltiplicazione (fino a 8x) della frequenza di campionamento del segnale: si obbliga il sistema a leggere “più in profondità” ogni elemento del segnale audio per estrarne i dati anche più piccoli e nascosti.

In questo modo all’interno dell’Essence One MK2 il segnale audio compie il suo percorso alla massima risoluzione, a tutto vantaggio del basso livello di rumore che nella scheda tecnica ha valore di 120 dB (ovvero il livello del rumore è 120 decibel sotto quello del segnale) mentre nella misurazione sul campo abbiamo un dato ancora migliore che tocca i 140 dB e si colloca, quindi, al limite del misurabile.

 

 

Asus Essence One MK2

 

in alto il grafico che misura il rumore (si vede la doppia linea sotto il livello dei -140 decibel), in basso la risposta in frequenza dell’Esence One MK2

 

Ancora sul frontale, oltre al tasto che attiva l’upsampling, troviamo il selettore dei tre ingressi digitali, il tasto del mute, il volume delle uscite analogiche, i led che segnalano la frequenza di campionamento del segnale in ingresso, il volume della cuffia e il connettore per la stessa.

 

L’IMPIANTO IDEALE
Un sistema essenziale, come abbiamo accennato, è composto dall’Essence One MK2 che viene collegato via USB al computer: a questo punto basta utilizzare una cuffia ed avere un impianto da scrivania ad alte prestazioni. Le caratteristiche tecniche dell’amplificatore per cuffia integrato nell’Essence One MK2 sono tali che possiamo utilizzare cuffie di qualsiasi tipo, anche quelle più difficili da pilotare con impedenza da 600 ohm.

 

 

Asus Essence One MK2

 

Agli ingressi digitali in formato ottico e coassiale possiamo collegare qualsiasi sorgente audio digitale che disponga di una uscita di questo tipo: magari un lettore CD-DVD-Blu-Ray dalla buona meccanica ma con una sezione di conversione interna non eccellente, elemento in cui invece l’Essence One MK2 eccelle.

Una volta che il segnale digitale è stato convertito in analogico l’utilizzo che possiamo farne è diverso. Oltre all’uso della cuffia che abbiamo visto, possiamo utilizzare le uscite analogiche per collegare all’Essence One MK2 ad un paio di soluzioni diverse tra loro che lo rendono di fatto un preamplfiicatore con ingressi digtiali.

Una di queste è quella classica dell’ingresso linea di un preamplificatore o un amplificatore integrato per l’Essence One MK2 diventa una delle sorgenti da utilizzare nell’impianto insieme ad altre (giradischi, tuner…).

 

 

Asus Essence One MK2

 

Un’altra possibilità, ancora vicina al tema dell’audio da scrivania, è quella di utilizzare direttamente una coppia di diffusori attivi: una soluzione che riduce il numero dei componenti dell’impianto (manca di fatto l’amplificatore che è integrato nei diffusori) e quindi dell’ingombro totale, perfetta per essere utilizzata appunto sulla scrivania.

 

 

Asus Essence One MK2

 

Le uscite analogiche dell’Essence One MK2 sono disponibili in doppio formato: quello tradizionale RCA e l’XLR. Quest’ultimo precede la trasmissione del segnale su tre linee (positivo, negativo e massa) con il risultato di poter utilizzare cavi di collegamento anche molto lunghi e con una possibilità molto più bassa di ricevere e trasmettere rumore insieme al segnale audio. É il formato tipico delle installazioni professionali, quelle dove proprio la lunga distanza dei cavi e l’insensibilità ai disturbi sono elementi fondamentali: immaginate ad esempio il collegamento tra il mixer di controllo e il palco in un concerto live.

 

Asus Essence One MK2

 

TECNICA

Sono tanti gli elementi tecnici grazie ai quali le prestazioni dell’Asus Essence One MK2 sono di livello alto: prestazioni che non sono solo eccellenti alle misure ma anche all’ascolto. Le sue due funzioni maggiori (l’amplificazione per la cuffia e la sezione di conversione D/A) assicurano un suono sempre di grande qualità, anche se alla fine il prezzo dell’apparecchio è sostanzialmente contenuto e quindi alla portata di molti.

Un risultato che non arriva per caso, ma è il frutto di una buona progettazione, dell’esperienza che Asus sta facendo con prodotti simili ma di costo superiore e l’utilizzo di componenti e tecnologie che possiamo trovare facilmente in prodotti di gamma superiore.

Tre le diverse soluzioni in evidenza il percorso su diversi livelli di motherboard dell’audio analogico e digitale, così da non interferire l’uno con l’altro a scapito della prestazioni. L’uso di un processore per la conversione D/A del livello del Burr-Brown TI PCM1795; del DSP Analogue Devices ADI ADSP-21261; del processore dedicato alla sola sezione audio da USB CM6631A.

 

 

Asus Essence One MK2

 

 in basso a sinistra il convertitore Burr-Brown TI PCM1795, più grande il processore DSP Analogue Devices ADI ADSP-21261 sulla scheda madre dell’Essence One MK2

 

 

A tutto ciò si aggiunge la possibilità di fare un preciso e raffinato tuning audio grazie alla possibilità di cambiare gli amplificatori operazionali, come abbiamo approfondito sopra.

Un elemento che contribuisce ulteriormente all’ottimo risultato finale è anche il doppio comando di regolazione del volume: uno dedicato alla sola cuffia, l’altro che interviene sulle uscite analogiche. In questo modo ognuno dei due circuiti è separato e distinto, senza possibilità di innescare rumori ed interferenze reciproche.

 

Asus Essence One MK2

 i due controlli del volume separati per le uscite analogiche e la cuffia sul frontale dell’Essence One MK2

 

Chi utilizzerà l’Essence One MK2 in combinazione con un computer con Windows può scaricare dal sito Asus i driver Asio 2.2, grazie ai quali il segnale in uscita dalla porta USB non subisce degrado che inevitabilmente la sezione audio di un computer porta con sé, visto che qui circuiti e componentistica non sono specializzati e ottimizzati come quelli dell’Essence One MK2. Per chi utilizza MAC OSX non c’è necessità di installare driver.

 

scarica i driver Asio 2.2 per Windows

 

SCHEDA TECNICA
Amplificatore per cuffia – DAC
Rapporto segnale-rumore: 120 dB
Distorsione armonica totale THD: 0,0000316%
Risposta in frequenza: 10-48.000 Hz
Livello di uscita: XLR 4 V – RCA 2 V – Cuffia 7 V
Processore audio: C-Media CM6631A
Convertitore D/A: TI PCM1795
Ricevitore SPDIF: AKM4113
Amplificatore per cuffia: 2x LME49600
Risoluzione audio: DSD 2.8 MHz – PCM 24bit/192kHz
Ingressi: USB, ottico, coassiale
Uscite: RCA, XLR, cuffia
Dimensioni: 261x230x65 mm

 

[box border=”full”]Prezzo di listino: 599,90 euro[/box]

 

 

LINK E DOWNLOAD

Il sito Asus

Asus su Facebook

Asus su YouTube

 

I distributori in Italia della linea Xonar Essence:

TeDes

Tecnofuturo

 

scarica il manuale d’uso dell’Asus Essence One MK2 e la tabella degli amplificatori operazionali sostituibili

 

Hai altre informazioni da chiedere su questo prodotto, sul produttore o il distributore? Contatta la redazione, ti risponderemo velocemente

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Prodotto per cui richiedi info (richiesto)

Il tuo messaggio

 

 

 

altre notizie sullo stesso argomento