APOGEE GROOVE

Apogee Groove, il primo passo per un sistema audio portatile di alta qualità e come perfetto partner per l’audio del computer.

 

 

apogee groove

 

Un computer, la sua libreria musicale in alta risoluzione e una buona cuffia: il punto di partenza per realizzare un sistema che possa farci ascoltare la nostra musica in qualsiasi momento: nelle pause del lavoro, in vacanza, durante gli spostamenti… Manca tra questi ancora un elemento che possa fare da collegamento tra i due: un DAC (Digital Audio Converter) magari piccolo e prestazionale come l’Apogee Groove. Piccolo, talmente piccolo che può stare in tasca o in qualsiasi angolo della borsa del computer e diventare il suo partner fisso (appena 10 grammi di peso).

 

apogee groove

 

Come utilizzarlo

L’obiettivo dell’Apogee Groove è doppio: da una parte fare da convertitore digitale/analogico, dall’altra fare da amplificatore per la cuffia. Per la sua prima caratteristica le possibilità di utilizzo possono essere diverse. Possiamo utilizzare la sua uscita linea per inviare il segnale (già convertito in analogico) ad un amplificatore o comunque a qualsiasi dispositivo per uso audio con ingresso analogico. Basta utilizzare un semplice cavo che abbia un connettore mini-jack verso l’Apogee Groove e la coppia RCA verso l’amplificatore.

 

apogee groove

i due modi di utilizzo, in sintesi, dell’Apogee Groove: come amplificatore per la cuffia (in alto) o come convertitore digitale/analogico per collegare il computer a qualsiasi altro componente audio (in basso) come potrebbe essere una coppia di diffusori attivi

 

Questo stesso collegamento possiamo utilizzarlo anche per utilizzare l’Apogee Groove direttamente con una coppia di diffusori attivi, quelli che hanno l’amplificatore integrato. In questo modo abbiamo un sistema audio ancora più essenziale e semplice da utilizzare: computer, Apogee Groove, diffusori attivi. Una configurazione perfetta per l’audio da scrivania, ovvero per avere buona musica direttamente sulla scrivania che supporta il nostro computer.
Per scelta personale o per un ascolto a tarda sera possiamo scollegare l’uscita linea e a questa collegare la cuffia. Nelle specifiche tecniche del suo Groove Apogee sottolinea come sia possibile utilizzare facilmente cuffie anche impegnative per carico, quelle che di solito hanno esigenza di un amplificatore di qualità per esprimere le massime prestazioni.

 

apogee groove

 

Tecnica

L’Apogee Groove è compatibile sia con computer Apple (OS X 10.8 e superiore) che Windows (7 e superiore), per i primi il collegamento è plug-and-play, per i secondi è necessario scaricare dei driver gratuiti dal sito di Apogee. Il computer va collegato utilizzando l’uscita USB all’ingresso mini-USB del Groove (il cavo è fornito): in questa configurazione il piccolo DAC può gestire file audio PCM (ma non DSD) in alta risoluzione fino a 24bit/192kHz.

 

apogee groove

Per la conversione D/A i progettisti di Groove hanno scelto il chip di ESS Sabre, uno dei produttori più attivi e performanti in questo settore, in configurazione a otto canali così da poter dedicare elevata potenza di calcolo nella fase di conversione a tutto vantaggio delle prestazioni audio. Per la sezione dedicata all’amplificazione della cuffia il Groove utilizza un sistema proprietario, denominato Constant Current Drive, grazie al quale è possibile utilizzare un ampio range di cuffie, anche quelle dal carico impegnativo per un piccolo amplificatore come questo.

 

 

apogee groove
La struttura

L’Apogee Groove è piccolo e leggero: siamo a circa 10 grammi di peso per una dimensioni di 95x30x16 mm e consideriamo anche che non c’è bisogno di alimentazione esterna in quanto la corrente necessaria arriva via USB.
Su uno dei lati corti dell’Apogee Groove abbiamo una porta mini-USB, questa è quella che ci permette di collegarlo alla porta USB del computer. Sull’altro lato l’uscita analogica in formato mini-jack: qui possiamo collegare direttamente la cuffia oppure utilizzare questa uscita per entrare in un amplificatore o un altro dispositivo audio cosi da utilizzare l’Apogee come convertitore digitale/analogico. In precedenza abbiamo detto che in questo modo possiamo collegare direttamente un paio di diffusori attivi.

 

apogee groove
Sulla parte anteriore dell’Apogee Groove abbiamo due tasti che fanno chiaramente capire che servono ad alzare e abbassare il volume per la cuffia collegata. In mezzo a loro tre piccoli LED che possono dare informazioni sul funzionamento del piccolo DAC/ampli, in modo specifico sul livello del volume e se è in funzione. Tutto qui, i controlli e le regolazioni da fare si fermano qui per un plug-and-play veloce e sicuro.

 

apogee groove
Anche per l’interfaccia con il computer gli interventi richiesti sono minimi: per chi usa Windows è sufficiente scaricare dal sito Apogee i driver necessari, mentre per gli utenti Apple non serve nemmeno fare questo. In fase di utilizzo, per entrambi i sistemi operativi, è sufficiente entrare nella gestione del suono e scegliere il Groove come interfaccia da usare.

 

In sintesi

I vantaggi dell’Apogee Groove sono in sintesi le sue dimensioni e peso ridotti, la buona costruzione generale con componenti e circuiti di pregio, la costruzione made in USA, la tradizione di un marchio che nell’audio professionale è un riferimento, la semplicità d’utilizzo, le prestazioni in genere. I contro sono ridotti sostanzialmente ad un prezzo di listino superiore ad alcuni concorrenti e la non compatibilità con i file DSD ma solo PCM.

 

L’Apogee Groove presentato dal produttore musicale e ingegnere del suono Ronan Chris Murphy

 

 

Scheda tecnica

Compatibile: PCM fino a 24bit/192kHz

Dimensioni: 95x30x16 mm

Distorsione: -107 dB con un carico di 600 ohm

Gamma dinamica: 119 dB

Risposta in frequenza: 10-20.000 Hz +/-0.2 dB

Uscita cuffia: 225 mW @ 30 ohm – 40 mW @ 600 ohm

 

Prezzo di listino: 413 euro

 

 

 

 

altre notizie sullo stesso argomento
One Response