DAC PORTATILI: COME SCEGLIERLI

DAC portatili di piccole dimensioni per trovare posto facilmente in ogni angolo della casa o da portare addirittura con sé anche fuori.

dac portatili

 

DAC, acronimo per Digital Analogue Converter: il prodotto che provvede a fare la conversione da digitale in analogico dei file audio che memorizziamo su computer, NAS, memorie di ogni tipo, lettori digitali, ma anche quelli che arrivano dallo streaming della rete locale o da internet.

Una tipologia di prodotto che con la popolarità della musica liquida sta vivendo una nuova giovinezza per cui molte aziende hanno uno, ma spesso anche più di  uno, di questi in catalogo. La richiesta e la produzione sempre più forte di DAC ha portato con sé anche un altro elemento (decisamente positivo), ovvero la possibilità di comprarne uno a prezzi alla portata di tanti.

Non solo, quindi, macchine costose ma anche di prezzo più fattibile: l’offerta è ampia, le prestazioni e la flessibilità d’uso spesso elevate per cui è il momento giusto per affiancare al nostro computer, lettore audio portatile ma anche smartphone e tablet un piccolo DAC per far salire il livello qualitativo della musica che ascoltiamo.

 

dac-portatili-01

 

 

LA SCELTA

Per scegliere un DAC portatile è necessario considerare quella che è la sorgente audio che utilizziamo, nel caso fossero più di una questo vale per tutte. La prima e più importante valutazione è in merito alle connessioni, nel senso che quella della sorgente deve coincidere con quella del DAC che andremo ad utilizzare.

In questo senso ci viene di aiuto quello che è ormai uno standard di fatto: la connessione USB. Grazie a questa è possibile collegare direttamente il computer al DAC, computer che sempre più spesso è la sorgente principale di un impianto audio. Spesso sul DAC portatile la porta USB è in formato pieno, quella che viene definita USB-B di forma grossomodo quadrata. Altre volte troviamo la mini o la micro USB: è sufficiente un cavo in questo formato per avere tutte le funzionalità complete.

 

dac portatili

Micro o mini USB su un lato, uscita cuffia sull’altro: è la struttura tipica dei DAC portatili più piccoli, quelli più facilmente portatili che si collegano e alimentano da computer o lettori audio, in qualche caso anche smartphone e tablet

 

I DAC portatili più recenti utilizzano una porta USB di tipo 2.0 quella che, a differenza della 1.1 di fatto ormai introvabile, gestisce l’audio HD in alta risoluzione. Oltre alla USB i DAC portatili più completi hanno altre connessioni generalmente di tipo ottico e coassiale.

Un altro elemento di differenziazione tra i diversi DAC è il formato audio che possono accettare e il suo bit-rate. Il mercato ha affiancato al più popolare PCM anche il DSD: è bene verificare la compatibilità in merito alla propria libreria musicale. Il DSD non è supportato da tutti i DAC ma ormai non è più un “lusso” per cui anche prodotti dal prezzo contenuto possono sfoggiare la compatibilità con entrambi i formati.

Molto spesso anche i piccoli DAC portatili hanno una uscita per la cuffia: anche questo elemento va considerato in fase di scelta in relazione alle proprie esigenze. Un’ultima caratteristica che differenzia i vari DAC tra di loro è l’alimentazione. Alcuni hanno bisogno di essere collegati alla 220 V di casa (alcuni tramite un alimentatore esterno, altri direttamente) mentre altri utilizzano la connessione USB per le loro funzioni. Da questo si capisce facilmente che i primi potranno essere utilizzati sempre e soltanto a casa mentre i secondi anche in mobilità (collegati ad esempio ad un lettore audio digitale portatile): valutare la scelta per le proprie necessità anche in questo caso.

 

dac-portatili-05

Anche un piccolo DAC portatile, se dalle caratteristiche tecniche e connessioni adeguate, può fare da perfetto hub per tutte le sorgenti digitali di un sistema audio moderno

 

 

Qui sotto una piccola guida, in cui sono stati raccolti i DAC portatili che rappresentano quanto il settore dei portatili propone in questo momento: selezionati in base alle loro dimensioni compatte e prezzo contenuto che permette a molti di iniziare a fare pratica con la musica liquida, con soluzioni fisse o da utilizzare anche in mobilità.

 

 

 

DIECI PICCOLI DAC PORTATILI

 

MERIDIAN EXPLORER

MERIDIAN EXPLORER

Meridian Explorer, DAC piccolo ed elegante grazie al telaio in alluminio dal tipico profilo ovale. Sulla parte anteriore i tre ...
Leggi Tutto
IFI MICRO IDSD

IFI MICRO IDSD

iFi Micro iDSD, il più ingombrante, pesante e costoso del gruppo perso in esame ma è anche quello più completo in ...
Leggi Tutto
apogee groove

APOGEE GROOVE

Apogee Groove, plug-and-play: DAC e amplificatore per cuffia semplice da utilizzare, leggero (appena 10 grammi) e con buone prestazioni in ...
Leggi Tutto
chord mojo

CHORD MOJO

Chord Mojo e le sue tante le connessioni per tante possibilità d'utilizzo diverse. Può essere utilizzato con computer Apple e ...
Leggi Tutto
cambridge audio dacmagic xs

CAMBRIDGE AUDIO DACMAGIC XS

Cambridge Audio DacMagic XS, XS come la sua taglia, ovvero molto piccola, in questa seconda versione guadagna il telaio (sempre ...
Leggi Tutto
denon da-10

DENON DA-10

Denon DA-10, tra i più ingombranti e costosi della sua categoria, in cambio offre prestazioni e caratteristiche di livello superiore ...
Leggi Tutto
AUDIOENGINE D3

AUDIOENGINE D3

Audioengine D3, Lo connetti alla porta USB di qualsiasi computer e prendi il segnale per la cuffia collocato dall'altra parte ...
Leggi Tutto
hegel super

HEGEL SUPER

Hegel Super, sufficientemente piccolo e leggero per essere portato facilmente in giro: il compagno perfetto per il computer, al quale ...
Leggi Tutto
nuforce udsd

NUFORCE UDSD

Piccolo ma efficacissimo l'uDSD di NuForce: può convertire file audio in alta risoluzione sia in formato PCM che DSD e ...
Leggi Tutto
fiio k1

FIIO K1

Fiio K1, al momento è uno dei DAC mobili meno costosi del mercato, forse il meno costoso in assoluto. Altrettanto ...
Leggi Tutto